Disastri Ambientali

Gli animali sono in grado di prevedere le calamità naturali, lo affermano gli scienziati

Gli animali sono in grado di prevedere le calamità naturali? A quanto sembra è proprio cosi, lo affermano alcuni scienziati che si arrendono all’evidenza dopo aver effettuato dei test. In molti casi gli animali hanno dato prove di premonizione, riuscendo a salvare in diverse circostanze la vita al proprio padrone. Accendendo la televisione molto spesso ci imbattiamo in catastrofici disastri naturali come ad esempio: tsunami, terremoti, eruzioni vulcaniche, uragani e tornadi. Ma tra tanta distruzione difficilmente vediamo carcasse di animali morti. Com’è possibile?

Prendiamo per esempio lo tsunami che si è verificato nell’Oceano Indiano nel 2004. Gli animali, secondo le testimonianze delle persone che sono sopravvissute a quel disastro, poco prima del dramma si comportavano in maniera strana. Gli animali selvatici e quelli domestici sono scappati, i fenicotteri hanno abbandonato il loro allevamento nel bosco, i pipistrelli sono usciti in massa dalle grotte e gli animali dello zoo si nascosero nei loro rifugi.

Cani-dopo-il-terremoto-in-Giappone

Quello che è successo dopo lo sappiamo, così come siamo a conoscenza che moltissimi animali sono sopravvissuti a quella tragedia. Che siano riusciti a prevedere l’arrivo dello tsunami? Gli animali possono avvertire catastrofi come terremoti e tsunami?

Fino a pochi giorni fa gli scienziati hanno sempre escluso questa ipotesi, per poi ricredersi incredibilmente dopo alcuni test. Gli scienziati dell’Università Anglia Ruskin in Inghilterra sono riusciti a dimostrare la capacità degli animali di prevedere le calamità naturali.

animali e catastrofi

Gli animali e la comunità scientifica

Alcuni ricercatori, guidati dal dottor Rachel Grant professore presso l’Università Anglia Ruskin in Inghilterra, hanno osservato l’attività degli animali nel Parco Nazionale del Yanachaga Chemillen in Perù.

Utilizzando alcune telecamere nascoste, disposte all’interno del parco, hanno scoperto che l’attività animale è diminuita 23 giorni prima di un terremoto di magnitudo 7.0 che ha scosso la regione nel 2011, per poi cessare del tutto 7 giorni prima della calamità naturale.

Gli animali e le catastrofi naturali

Secondo le immagini, registrate dalle telecamere situate all’interno del parco, è emerso che durante i periodi di bassa attività sismica gli animali si comportavano come sempre. Alcuni scienziati ritengono inoltre che i risultati di questo test possono essere utili per prevedere terremoti e calamità naturali. Naturalmente gli animali sono presenti in tutto il mondo e potrebbero diventare i migliori rivelatori di catastrofi imminenti.

animali e catastrofi1

Gli animali prevedono le catastrofi naturali

Friedemann Freund, ricercatore presso l’Istituto SETI in California, ha spiegato che gli animali sono in grado di percepire l’ambiente che li circonda. Il Dr. Freund è convinto che questa nuova ricerca potrebbe salvare milioni di persone in tutto il mondo. Gli animali possono prevedere le catastrofi naturali come terremoti e tsunami? Per fortuna ora possiamo dire di si.

di Stefano Sorce

Redazione Segnidalcielo

———————————-

SHARE
RELATED POSTS
Africa: uno spaventoso terremoto di magnitudo 12.0 sparisce letteralmente dalla mappa sismica. Si tratta di attività HARP?
Fukushima sta trasformando il Pacifico in un Cimitero,ma nessuno ne parla!
Artico, lo scioglimento dei ghiacci apre la corsa alle trivellazioni petrolifere. Rischio Guerra e inquinamento!

Comments are closed.