UFO

Ex funzionario dell’Intelligence UFO del Pentagono: “Potremmo non essere soli”

A quanto pare l’esistenza di altre forme di vita non terrestri non è materia solo da film di fantascienza. La possibilità che l’umanità non sia sola è stata recentemente confermata dall’ex capo del Dipartimento segreto del Pentagono per la Ricerca sugli UFO, Luis Elizondo. La sua dichiarazione è avvenuta subito dopo la divulgazione di alcuni filmati derubricati, che mostrato i piloti dei caccia statunitensi reagire con stupore mentre osservano un oggetto volante non identificato sopra la California nel 2014.

Risultati immagini per Pentagon  UFOs, Luis Elizondo

L’Advanced Aviation Threat Identification Programme (Programma di Identificazione Avanzata della Minacce Aeree) si è concluso cinque anni fa, quando i funzionari della Difesa statunitense hanno spostato la loro attenzione e distolto i finanziamenti voluti dal senatore democratico Harry Reid verso altre priorità. Dopo che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha ammesso pubblicamente l’esistenza del Programma, Elizondo ha sottolineato che gli oggetti che erano stati osservati “fornivano prove convincenti” per sostenere l’idea che gli esseri umani non sono soli.

Intervistato dalla CNN, l’ufficiale del Pentagono ha specificato che il ruolo della sua squadra era “dal punto di vista della sicurezza nazionale, identificare ogni oggetto registrato nello spazio aereo degli Stati Uniti, sia che fosse osservato elettronicamente, con i radar, sia che fosse riportato da testimonianze oculari … e sulla scorta dei dat raccolti aveva il compito di accertare e determinare se tali informazioni fossero una potenziale minaccia“.

Risultati immagini per Pentagon  UFOs, Luis Elizondo

Elizondo ha anche dichiarato che il suo reparto ha classificato diversi oggetti interessanti considerati “anomali” e, nonostante abbia voluto precisrae che sui social media si ecceda in forme speculative, ha confermato l’esistenza di velivoli fuori dalla norma: “Spesso, quando non abbiamo tutte le informazioni, tendiamo a colmare le lacune con quello che pensiamo sia logico. Eppure ci sono molte cose che davvero non sappiamo, ma è altrettanto doveroso riconoscere che abbiamo identificato un tipo di aeromobile molto interessante: velivoli che non hanno superfici di volo a noi note, dotati di un forma di propulsione particolare, affatto scontata. Quelle da noi conosciute – ha spiegato -non giustificherebbero le manovre estreme che abbiamo registrato, talmente repentine che avrebbero sottoposto i piloti ad uno sforzo oltre la possibilità biologica dell’essere umano. Stiamo parlando – ha aggiunto – di velocità ipersoniche, scarsa osservabilità e capacità di ascesa incredibile, che sfidano apparentemente le leggi dell’aerodinamica“.

Dunque si tratterebbe di velivoli non classificabili o identificati, che hanno mostrato abilità che né gli Stati Uniti né alcun altro paese sarebbero stati in grado con i loro mezzi di equiparare. “Questo è quello che sappiamo. Non posso parlare a nome del Governo, ovviamente, non sono più a servizio del Governo degli Stati Uniti. La mia convinzione personale, però, è che ci sono prove molto convincenti che non siamo soli, qualsiasi cosa questo significhi!”, ha concluso.

A cura della Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Misteriosa “Mappa Segreta dell’Antartide” rivela le coordinate per raggiungere la ‘Terra Cava’
Spettacolare avvistamento UFO sulla ciità di Tijuana, Mexico
MARTE, il Rover Curiosity fotografa misteriosi oggetti “artificiali”

Comments are closed.