Cambiamenti Climatici Disastri Ambientali Earth Changes

Eventi Climatici Estremi: l’aumento del livello degli Oceani raddoppierà la frequenza delle inondazioni

Ormai non possiamo fare altro che constatare la realtà del mutamento climatico globale in atto, che prima o poi porterà il mondo verso il collasso, verso la catastrofe, che secondoi climatologi ci comincierà a farsi sentire già a partire dal 2020 se non si interviene in tempo. Ma secondo molti scienziati climatologi, siamo entrati in un percorso senza uscita e non si può tornare indietro. Inutile negare la realtà dei fatti.

Risultati immagini per Climate change, hurricane

Il pericolo delle Inondazioni

In pochi decenni il livello degli oceani di tutto il mondo può salire di 5-10 cm, il che causerà un raddoppio del numero di alluvioni nelle isole del Pacifico, San Francisco (USA), Mumbai (India), Ho Chi Minh (Vietnam) , Abidjan (Côte d’Ivoire) e altre regioni tropicali. Tali conclusioni sono state raggiunte da un team internazionale di esperti della Costa del Pacifico e del Centro di ricerca marittima presso l’US Geological Survey, l’Università dell’Illinois a Chicago e l’Università delle Hawaii a Manoa.

Risultati immagini per Hurricane Harvey & Houston

Il livello del mare aumenta ogni anno di 4-5 mm a causa della fusione del ghiaccio dell’Antartide e della Groenlandia. Entro il 2050, può crescere di 10-20 cm e nel 2100 addirittura di 2-3 metri, questo secondo le previsioni dell’Intergovernmental Panel on Climate Change, redatto nel 2013.

Secondo il capo dello studio, uno specialista dell’Università di Illinois di Chicago, Sean Vitusek, è impossibile evitare livelli di marea in aumento. “Per evitare frequenti inondazioni, gli abitanti delle coste dovranno adattarsi”, afferma il professor Thomas Val, che studia i rischi costieri presso l’Università della Florida centrale.

Risultati immagini per Hurricane Harvey & Houston

Gli scienziati del MIT- Massachusetts Institute of Technology e della Simon Fraser University, hanno stabilito che il mare si espanderà anche se i paesi, entro la metà del secolo, riducono le emissioni di gas a effetto serra a zero. Tuttavia, questo processo può essere rallentato e, in particolare, contribuisce al Protocollo di Montreal sulle sostanze che distruggono lo strato di ozono.

In Russia, un’inondazione minaccia San Pietroburgo, situata sulle rive del Golfo di Finlandia (Mar Baltico). Secondo le previsioni di Artem Pavlovsky, esperto dell’Istituto di Ricerca del Piano Generale di San Pietroburgo, il livello dell’acqua nella baia crescerà di 5-8 cm entro il 2050 e di 11-12 cm entro il 2100. Dal 1979 al 2008 la città ha registrato 63 inondazioni, quasi il doppio rispetto ai 30 anni precedenti.

A cura della Redazione Segnidalcielo



SHARE
RELATED POSTS
Cataclisma Globale in atto tra terremoti e vulcani in eruzione. Tornano a farsi sentire i misteriosi “suoni dell’apocalisse”
Nuovo studio degli scienziati: “sulla Terra il pericolo di eruzione di 20 supervulcani”
Climate Change: il Polo Nord potrebbe scomparire entro la fine del 2016

Comments are closed.