Anomalie Spaziali Earth Changes

Enorme “Anomalia” di 10 mila Km fotografata nell’atmosfera di Venere

Utilizzando la sonda Akatsuki, gli scienziati giapponesi hanno rilevato una grande anomalia a forma di arco nell’atmosfera superiore di Venere. Stranamente, la struttura di 6.200 miglia di lunghezza, con tutti i venti fortissimi che la circondano e che vanno a 225 miglia orarie, rimane ferma, immobile.

 I ricercatori dell’Istituto Spaziale, scientifico e Astronautico della Japan Aerospace Exploration Agency,  ritengono che il fenomeno riguarda una anomalia nelle “onde gravitazionali” del pianeta ed è il più grande mai registrato nel sistema solare. Il fenomeno meteorologico insolito è abbastanza forte da resistere a venti di fondo molto potenti, provocando un enorme struttura ad arco tanto da essere vista negli strati superiori dell’atmosfera, come una cicatrice enorme.

Dense nubi di acido solforico vengono spinte in direzione ovest a causa della intera atmosfera superiore rotante significativamente più veloce del pianeta stesso.

Alla fine del 2015, lo JAXA Akatsuki orbiter – una navicella spaziale progettata per studiare le dinamiche atmosferiche e fisiche delle nubi di Venere , ha fatto alcune strane osservazioni nel corso di diversi giorni. Come descritto in un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature , la sonda ha rilevato una stazionaria, struttura a forma di arco nell’atmosfera venusiana superiore. Un gruppo di ricerca guidato dall’ astronomo Makoto Taguchi, ha notato l’anomalia analizzando le immagini scattate dalla sonda Akatsuki negli spettri infrarossi e ultravioletti medi.

al centro dell’immagine che mostra l’atmosfera di Venere, è visibile l’anomali ad arco di colore bianco che taglia praticamente il pianeta per 10 mila km

 
Parcheggiata a 40 miglia (65 km) sopra la superficie di Venere, la luminosa regione insolitamente calda, si estendeva per 6.200 miglia (10.000 km) nella parte superiore delle nubi di Venere ‘(quasi il diametro di tutto il pianeta). La struttura non si è mai mossa  nonostante fosse circondata da venti atmosferici, quindi rimanendo stazionaria sopra una regione montuosa della superficie del pianeta. Prima di questa osservazione, gli scienziati hanno osservato una serie di caratteristiche atmosferiche di piccole dimensioni che si muovevano sia in modo veloce o più lente rispetto ai venti dominanti.

Questa gigantesca striscia, rimane un mistero per gli scienziati dell’agenzia spaziale JAXA, che rimangono completamente basiti e presi alla sprovvista dalle immagini spaventose. Diverse settimane dopo le prime osservazioni, il misterioso “arco” era scomparo, quindi non è una caratteristica permanente. I ricercatori sono ora in trepidante attesa per il suo possibile ritorno.


Un’animazione dell’anomalia, mostra la sua posizione stazionaria in alta quota, sopra una catena montuosa. Le linee blu e gialle rappresentano i punti di transizione sia della sera che della mattina. (Immagine: JAXA / Taguchi et al, 2017.).
Dopo aver escluso le possibilità che si trattasse di una marea termica (queste sono simili alle influenze delle maree, ma improbabile dato che Venere non possiede una luna) o un errore strumentale (la sonda spaziale funziona perfettamente ed è in perfetta forma), i ricercatori della JAXA hanno concluso che l’anomalia è probabilmente causato da un’onda gravitazionale di origine ignota. Il Dr. Taguchi ha spiegato che “si tratta di una oscillazione di densità, pressione, velocità o di temperatura che si propaga in un ambiente da un equilibrio di forze di galleggiamento, e la gravità come forza di richiamo.” Sulla Terra, le onde gravitazionali producono onde sul mare e il flusso d’aria sopra le montagne.

Gli scienziati hanno osservato e studiato piccole onde gravitazionali transitorie nell’atmosfera di Venere, fino alla manifestazione dell’Anomalia ad arco nell’atmosfera venusiana, ma non hanno mai visto niente di simile prima ‘dora.

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Misteriosa bolla di energia emessa dal Sole
PLANET X: Gigantesca parete al Plasma si manifesta sul Sole. Anomalia solare dovuta alla penetrazione di una Stella Binaria?
ll buco dell’ozono sopra l’Antartide ha raggiunto la dimensione massima

Comments are closed.