Home Cambiamenti Climatici Clima: l’Italia è in pericolo! Alcune coste rischiano l’allagamento e l’abbassamento verticale...

Clima: l’Italia è in pericolo! Alcune coste rischiano l’allagamento e l’abbassamento verticale dei fondali

88
0

Come abbiamo potuto constatare sulla nostra pelle il clima sembra essere letteralmente impazzito, 8 mila italiani a letto con la polmonite sono un numero impressionante. La causa? Il clima “ballerino” che ha costretto gli italiani a posticipare o ad annullare le vacanze. Purtroppo però non è tutto: i cambiamenti climatici che stanno imperversando sulla nostra penisola stanno allarmando alcuni ricercatori. Di cosa si tratta? Quali sono i rischi che corre l’Italia?

diluvio1

alluvioni

Il cambiamento climatico rappresenta una delle maggiori sfide che l’Italia dovrà affrontare nei prossimi anni.Questo mutamento ambientale sarebbe gia in atto ed i rischi per il pianeta e per le generazioni future sono elevati. Nello specifico e per quanto ci riguarda le coste del Mediterraneo starebbero variando con una conseguente trasformazione delle linee di costa. Quali sono le cause?

I motivi sono diversi:
• cambiamenti climatici, con il conseguente scioglimento dei ghiacci polari.
• I movimenti delle placche tettoniche.
• I terremoti e le attività vulcaniche.

Questi 3 fenomeni sono le principali insidie e cause della variazione delle coste del Mediterraneo.
Uno studio condotto dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ( Ingv ), attraverso una ricerca finanziata da alcuni enti nazionali, ha confermato che le acque del Mediterraneo salgono di 1.8 millimetri all’anno, prevedendo un aumento del livello del mare di circa 1 metro entro la fine del secolo e di oltre 2 entro il 2020. Inoltre il fatto che alcune regioni subiscono un naturale abbassamento del terreno, per cause appunto naturali, creano un mix dannoso che porterà alla variazione delle linee di costa.

 

clima_1

Marco Anzidei, il primo ricercatore dell’Ingv e coordinatore di questo studio, ha affermato che dopo 10 anni di duro lavoro è stato possibile identificare le reali problematiche delle coste del Mediterraneo. L’obiettivo è quello di impedire il restringimento delle spiagge grazie all’individuazione delle zone costiere soggette ad un abbassamento verticale del fondale.

clima_livello dei mari401 Aug. 08

Quali sono le zone più a rischio in Italia?

• Alto Adriatico.
• Campi Flegrei ( nord ovest della città di Napoli )
• Le piane costiere del Tirreno
• La Sardegna
• La Calabria
• Le isole Eolie.

Il team di ricerca è riuscito ad individuare i tassi di deformazione della fascia costiera  (vedi foto sotto)  grazie ad alcuni dati storici e strumentali di geologia, archeologia e geofisica ed in particolare dopo aver studiato circa 6000 terremoti di magnitudo superiore a 4.5.  Inoltre questo team di ricercatori si è servito di alcuni dati geodetici di circa 850 stazioni GPS di alta precisione e di 57 stazioni mareografiche distribuite lungo le coste.

climaitalia1

clima_livello dei mari402 Aug. 08

L’Ingv afferma che questo fenomeno porterebbe un maggior rischio di allagamenti in queste aree con conseguente esposizione di valore economico, particolarmente nelle zone con elevato valore industriale, commerciale, turistico e culturale.

Il clima impazzito dunque minaccia l’Italia che  è seriamente in pericolo con conseguenti rischi per le nostre splendide coste.  Saremo pronti per affrontare i forti cambiamenti climatici ai quali saremo sottoposti? Saremo pronti a raccogliere la sfida?

A cura di Stefano Sorce

Redazione Segnidalcielo