Tecnologie

CityHawk e VTOL automobile volante entra in “sviluppo su larga scala”

Israel’s Urban Aeronautics (UA) ha annunciato che sta andando in pieno sviluppo della sua auto volante CityHawk VTOL . I primi voli con equipaggio di questa sei posti a motore ibrido da 170 mph avranno luogo nel 2021-22, dopodiché verranno convertiti per funzionare su celle a combustibile a idrogeno.

A differenza di molti modelli di auto volanti che abbiamo visto negli ultimi anni, il CityHawk non utilizza alcun tipo di opzione di volo alata per aumentare la sua efficienza su un intervallo più lungo. Invece, è sollevato a tempo pieno da un grande paio di puntelli contra-rotanti nella parte anteriore e posteriore del veicolo, che sarà inizialmente alimentato da una coppia di motori turbofacciatori da 1.000 cavalli. Questi motori sono anche collegati a generatori elettrici, che caricano le batterie per alimentare i propulsori a doppio elica sulla parte posteriore per il movimento in avanti.


La configurazione è simile a quella del velivolo Cormorant / AirMule (Cormorano) per ora senza equipaggio che UA sta testando da diversi anni. Quella cellula ha completato più di 250 voli di prova fino ad oggi.

Il CityHawk è progettato per soddisfare i regolamenti FAA come elicottero bimotore, ma comporta alcuni vantaggi significativi, in particolare l’ingombro delle macchine, le eliche completamente racchiuse e il funzionamento molto più silenzioso. UA sostiene che il rumore del prop di CityHawk si fonderà con il traffico regolare quando sarà a un isolato di distanza, dove spesso si sente un elicottero da una distanza di un paio di miglia.
Una volta costruito e certificato, il prossimo passo sarà convertire CityHawk in energia verde. La densità di energia della batteria non è abbastanza elevata per ottenere ancora una portata utile, quindi UA sta pianificando di utilizzare le celle a combustibile a idrogeno.

La sicurezza, afferma UA, viene gestita con l’aggiunta di un paracadute balistico. Anche gli scivoli balistici più avanzati richiedono tempo per aprirsi, il che significa che qualsiasi velivolo senza ali, o un enorme rotore e la capacità di auto-ruotare, avrà una “zona di morte” da affrontare tra, diciamo, a 20 e 100 piedi dal terreno in cui scivoli balistici non saranno di alcun aiuto. Come per le automobili, anche CityHawk avrà pronti e su richiesta i vari pezzi di www.pezzidiricambio24.it.
Siamo a conoscenza di alcuni progressi in questo settore automobilistico e vi porteremo notizie una volta che saranno pronti alla luce del giorno.

CityHawk Cormorant

Il CityHawk Cormorant rispetto all’AIR MULE sarà in grado di trasportare quattro passeggeri e sarà inizialmente pilotato da un pilota umano. Incorporerà “un alto grado di autonomia”, tuttavia, con i progetti iniziali prevedono di condurre voli completamente robotici, una volta che l’infrastruttura sarà a posto, il Cormorano vola già autonomamente. A differenza del drone Ehang 184 per passeggeri con batteria elettrica, il CityHawk sarà inizialmente alimentato da carburante per aerei.

Detto questo, sarà possibile convertirlo per funzionare con idrogeno liquido e anche con idrogeno compresso a 700 bar … di nuovo, questo dipende dall’attesa che l’infrastruttura e la tecnologia e i ricambi maturino. Può anche impiegare un sistema in cui l’idrogeno viene alimentato direttamente in un motore turboalbero appositamente progettato, eliminando la necessità di celle a combustibile o motori elettrici. Qualunque fonte di energia finisca per usare.

Se il CityHawk ha problemi mentre è in volo, un paracadute schierato sul razzo lo porterà “in sicurezza a terra”. Tuttavia, non cercare ancora uno dei due in cielo. Secondo Urban Aeronautics, lo sviluppo dell’aeromobile dovrebbe richiedere almeno cinque anni. Nel frattempo, dovrai accontentarti del seguente video di uno dei più recenti voli di prova del Cormorano.

A cura della Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
NEUROTECNOLOGIA: la DARPA sta sviluppando un sistema per connettere l’uomo alle macchine!
Il Phaser di Star Trek diventa realtà. Scienziati creano un laser che utilizza fononi acustici – potrebbe essere utilizzato contro gli asteroidi?
Sospetti sull’utilizzo di Armi a Energia Diretta nei gravi e devastanti “incendi” in California

Comments are closed.