Earth Changes Planet X Nibiru

Chelyabinsk: meteorite ha portato una nuova forma di vita? In California avvistata altra meteora

Gli scienziati hanno presentato i primi risultati di esame dei frammenti del meteorite caduto nella regione di Chelyabinsk. L’analisi chimica ha confermato la loro origine extraterrestre.

Nei pressi del lago Čebarkul’ gli scienziati sono riusciti a raccogliere circa 50 piccoli – delle dimensioni di qualche millimetro – frammenti del meteorite. Si è riusciti a stabilire il tipo del corpo celeste con l’aiuto di apparecchi ipersensibili. Non vi è alcun dubbio che si tratta di un classico meteorite di pietra, ha raccontato in un’intervista concessa a La Voce della Russia Viktor Gorohovskij, il responsabile della spedizione per la ricerca del meteorite dell’Università Federale degli Urali.

 

E’ un tipico meteorite di pietra denominato “chondrite ordinario”. C’è stata una composizione mineraria standard: olivin, piroxeni, troilit, camasite. Ciò che attesta inequivocabilmente il tipo di meteorite. Noi distinguiamo meteorite da non-meteorite in proprio in questo modo: in base ai minerali che possono originare nello spazio. Né una simile combinazione né struttura esistono sulla Terra .

 

Gli scienziati hanno confutato anche alcune voci antiscientifiche circolate in rete. In particolare che insieme con meteorite una nuova forma di vita sotto specie di batteri e di virus è giunta sulla Terra. Gli esperti affermano che ciò è impossibile. I frammenti raccolti hanno confermato che nel meteorite di Chelyabinsk tutte le composizioni minerarie sono molto stabili e non è un chondrite carbonico che può contenere elementi delle composizioni organiche.

 

Certamente per uno studio dettagliato ci vogliono frammenti più grandi. Uno di essi è caduto nel lago Čebarkul’, spaccando una crepa nel ghiaccio dal diametro di circa otto metri. A dire il vero finora non si è riusciti a trovare il corpo celeste.

Secondo quanto affermato da Mikhail Nazarov, presidente del Comitato per i meteoriti dell’Accademia delle Scienze Russa, lo studio di meteoriti è paragonabile alle spedizioni interplanetarie. Il meteorite di Chelyabinsk aiuterà a capire in che modo è organizzato il mondo e il sistema solare. Meteoriti si sono formati agli stadi iniziali della formazione del sistema solare ancora prima dei pianeti perciò ci comunicano informazione sui processi avvenuti lassù.

C’è ancora una domanda cui spetta agli scienziati di dare la risposta: perché il meteorite dal peso di circa 10000 tonnellate non è stato avvistato da alcuna stazione di osservazione dello spazio. Si è riusciti ad avvistarlo soltanto all’entrata negli strati densi dell’atmosfera. Una palla di fuoco si stava avvicinando alla Terra alla velocità di circa 30 chilometri al secondo, ha detto Mikhail Nazarov.  Non è stato avvistato nello spazio perché è piccolo secondo la misura degli asteroidi. Se noi lo osserviamo all’entrata nell’atmosfera bisogna considerare che il suo passaggio nell’atmosfera dove è ben visibile e appare sotto forma di un bolide dura soltanto circa mezzo minuto. In questo lasso di tempo si può soltanto tentare di ipotizzare il luogo della sua caduta e quale sarà la sua energia. E’ praticamente impossibile però di intraprendere misure preventive per poter evacuare la popolazione.

 

Nel frattempo nella regione di Chelyabinsk continua la liquidazione delle conseguenze della caduta del meteorite. L’onda esplosiva ha frantumato vetri in numerosi edifici. Nonostante l’assenza di morti in seguito all’accaduto, oltre mille persone sono state colpite dalle schegge. Circa 40 persone sono tuttora ricoverate agli ospedali.

 

Vladimir Pučkov, il responsabile del Ministero russo per la gestione delle situazioni d’emergenza (MČS), ritiene che il caso del meteorite di Chelyabinsk spingerà gli scienziati alla creazione di tecnologie d’osservazione di piccoli bolidi. Si aspettano inoltre dagli scienziati le proposte di come minimizzare l’impatto delle piogge di meteoriti sulle città.

Un’altra conseguenza della caduta del meteorite: la società ha avanzato proposte per il reintegro dell’astronomia nel programma scolastico. Con lo scopo che la gente possa sin dalla giovane età comprendere la natura di tali situazioni d’emergenza e di non credere alle supposizioni antiscientifiche.

IN CALIFORNIA CADE ALTRA METEORA

Secondo quanto riportato da network televisivo  NBC News di LosAngeles, centinaia di cittadini coliforniani hanno riferito di aver visto una palla di fuoco  attraversare il cielo, durante quella che le autorità ritengono fosse una pioggia di meteoriti.

L’avvistamento è stato poi confermato da più di 50 persone in contatto con il sito web dell’American Meteor Society, la quale riferisce che le segnalazioni sono giunte da dalle città di Ventura, Van Nuys, Los Angeles, Peso Robles, San Francisco e Santa Barbara.

Molti altri testimoni hanno riferito di aver visto la palla di fuoco passare da nord di Sacramento fino a sud di Malibù, due località distanti circa 400 chilometri. L’immagine migliore dell’evento è stata ottenuta dalla fotografa Susan Larry, grazie ad una foto scattata a Lancaster, California, con un minuto di esposizione. (foto sotto)

 

La fotografa scatta da Susan Larry della meteora caduta in California


 

L’avvistamento arriva diversi giorni dopo l’evento che ha colpito la Russia centrale e del passaggio di 2012 DA14, un asteroide di 143 mila tonnellate, che è passato a poca distanza dal nostro pianeta.

Redazione Segnidalcielo

 

riferimenti articolo:

fonte

SHARE
RELATED POSTS
Sul Sole si è formato un “Canyon Fire”. Sciame di particelle verso la Terra!
Il terremoto che ha colpito il Giappone nel 2011, ha modificato il campo gravitazionale della Terra
La NASA scopre enorme “Anomalia Termica” nell’Oceano Atlantico. Cosa sta succedendo nei fondali marini?

Comments are closed.