UFO

Canada: registrato misterioso suono proveniente dagli abissi nella terra degli Inuit

Un sibilo lancinante, una vibrazione che mette in fuga gli animali del posto. Nello stretto di Fury e Hecla, nell’estremo Nord del Canada, le autorità non sono ancora riuscite a fornire una spiegazione allo strano fenomeno.

I cacciatori di una remota comunità dell’Artico canadese hanno chiesto l’intervento delle autorità, per svelare il mistero di uno strano suono ritmato che sembra provenire dal fondo del mare dello Stretto di Fury e Hecla a circa 20 km da Iglulik, un insediamento Inuit di 1.534 abitanti,  situato nella Regione di Qikiqtaaluk, nel territorio del Nunavut in Canada.

Risultati immagini per strange sound Qikiqtaaluk

Il sindaco del piccolo villaggio, Paul Quassa, ha detto alla TV CBC che il misterioso suono spaventa gli animali che solitamente affollano la zona. “La scorsa estate”, ha detto, “si sono visti pochissimi mammiferi marini, e questa non è una cosa normale”. I primi rapporti dell’esercito canadese non hanno rievato nessuna anomalia e il Ministero della Difesa ha deciso di interrompere le ricerche autorizzate precedentemente nell’ambito dell’Operazione Limpido, un programma di sorveglianza interno progettato “rilevare, scoraggiare, prevenire e eliminare minacce” per il Canada e gli interessi canadesi”.

Risultati immagini per Canadian forces investigating mystery sound

Ciò non ha impedito alla gente del posto e ai media di fare ipotesi sulla provenienza dei “bip bip”, attribuiti da qualcuno alle ricerche con i sonar di imprese minerarie nel sottosuolo e da altri ad attivisti di Greenpeace che producendo suoni sgraditi alla fauna ostacolerebbero l’attività dei cacciatori inuit molto intensa nella zona. Per ora nulla di alieno o soprannaturale, ma alcuni esperti di UFO avanzan o l’ipotesi che questi suoni siano molto simili a quelli che vengono ascoltati e registrati in tutto il mondo.

Risultati immagini per Canadian forces

Lo stretto di Fury e Hecla, che prende il nome dalle navi inglesi comandate dal capitano britannico William Edward Parry che nel 1822 approdarono a Iglulik, è situato tra l’isola di Baffin e la penisola di Melville, nella Regione di Qikiqtaaluk del Nunavut in Canada e collega il bacino di Foxe con il golfo di Boothia. Lo stretto è lungo all’incirca 70 chilometri e per più di 10 mesi all’anno è coperto dai ghiacci.  In queste zone sono moltissime le segnalazioni UFO o comunque di misteriose luci che fuoriescono dal mare.

Redazione Segnidalcielo

fonte

SHARE
RELATED POSTS
Terremoto in Cile: dopo sisma e allarme Tsunami, esplode il vulcano Copahue
Registrata misteriosa “onda anomala” proveniente dalle strutture piramidali in Antartide
Pennsylvania: un Sinkhole “inghiotte” un automobile

Comments are closed.