UFO

Canada: prove di comunicazione-interazione con gli UFO nei cieli di Vancouver

Un nuovo video pubblicato su YouTube il 24 gennaio 2014, sarebbe la prova di un tentativo di interazione-comunicazione tra umani e intelligenze extraterrestri.

L’autore del video, il ricercatore Jon Kelly,  membro di un gruppo di skywatcher canadesi, collabora con il gruppo ECETI diretto da James Gilliland (che sostiene di essere in comunicazione con gli alieni) e che spesso, nei suoi video descrive come un UFO potrebbe inviare un segnale di luce per trasmettere l’Interazione, direttamente agli osservatori.  Jon Kelly pare ci sia riuscito attraverso dimostrazioni effettuate

Una serie di avvistamenti di oggetti misteriosi registrati nei cieli di Vancouver, British Columbia (Canada)  rivela come queste presenze Extraterrestri,  sembrano avere l’abilità nell’apparire nel posto giusto al momento giusto, ogni volta che le telecamere sono predisposte per le riprese. Durante le registrazioni fatte nell’arco di cinque anni, le apparizioni interattive di questi oggetti luminosi sono state registrate utilizzando due diversi sistemi ottici, tra cui una trasmissione digitale effettuata tramite una macchina fotografica professionale munita di una serie di tripli sensori ridondanti.Il video dal titolo “Un modello di comunicazione UFO “, che è stato postato su YouTube, mostra i momenti salienti della documentazione ottenuta in cinque grazie ad una costante osservazione del cielo:

“Un modello di comunicazione nei cieli sopra Vancouver è stata possibile? La segnalazione bidirezionale collega la terra e l’aria in modo da favorire i segni per un contatto fisico che si sarebbe verificato per anni. Due diversi strumenti quando registrano lo stesso fenomeno ripetitivo, indicano che sono aperte le linee di comunicazione con una intelligenza avanzata che avrebbe collaborato allo sviluppo della coscienza umana. “

Comunicazioni intelligenti

Secondo l’Enciclopedia Britannica, queste segnalazioni fanno parte di una metodologia che impiega luci per la comunicazione visiva, che alla fine del XVIII secolo in Francia veniva utilizzata dai telescopi per la visualizzazione di segnali a lunga distanza provenienti da diverse fonti in modo da rilevare i punti di origine della trasmissione. La prove sembrano dimostrare che queste segnalazioni sono un metodo consolidato nelle comunicazioni terrestri che utilizzano delle luci e telescopi. Nel recente video di Vancouver questo modo di comunicare appare evidente grazie ai processi ottici della luce e di particolari teleobiettivi, per cui vi sarebbero più di un paio di somiglianze nel loro campo d’impiego. Ma queste apparenti somiglianze sono solo a titolo accessorio in natura, o c’è qualcosa di più?

Nel video le interazioni dei segni sembrano favorire la comparsa di alcuni UFO che sembrano riconoscere queste trasmissioni simili a quelle usate nelle reti di comunicazione dati. Inoltre, i segnali di sincronizzazione in questi casi appaiono evidenti tramite i quali una sequenza ben definita di eventi si verifica solo dopo l’inizio della trasmissione dei segnali di trasmissione provenienti dal suolo. Per rendere ancora più chiara questa metodologia, l’ordine di questi eventi vengono visualizzati sullo schermo come: trasmissione dei segnali; ricezione e trasmissione per il loro riconoscimento. Sono queste le prove che tramite queste comunicazioni sincrone e sequenziali che avvengono tra gli UFO e la gente si potrebbe instaurare una sorta di contato?

Il Programma Cosmico

I quattro episodi di comunicazioni con gli UFO avvenuti a Vancouver negli anni 2009, 2013 e 2014 sono chiaramente documentati nel video qui sotto. La frase latina cita la regola del TRE “Omne Trium perfectum” o “ogni insieme di tre è completo è perfetto”. Norman Mineta , ex segretario dei Trasporti (USA),insignito della Medaglia Presidenziale della Libertà, ha illustrato più volte la propria metodologia per denominare la regola del tre espressa in latino:

“Quando vedrete accadere qualcosa, si tratta di un caso. Quando si vedono accadere due cose uguali, allora è una tendenza. Quando vedete accadere tre fatti analoghi, si tratta di un piano ben progettato.” Secondo l’impostazione predefinita da Norman Mineta, si può capire che i molteplici eventi di comunicazione che avvengono con gli UFO di Vancouver non sono casuali o semplicemente una consuetudine, ma in realtà, indicano una sorta di comunicazione pianificata che porta al dispiegarsi della coscienza umana e all’integrazione della civiltà moderna con una elevata società cosmica. La notizia di cui sopra e’ un preludio che annuncia una nuova fase di comunicazione che si potrebbe instaurare tra intelligenze aliene e gente del nostro pianeta? Considerando il massimo in latino citato sopra,la gente dovrebbe rimanere sintonizzata in modo da ottenere maggiori prove a sostegno di questa teoria e su questo tipo di evento che potrebbero essere ottenute anche in altre parti del mondo. Certamente con il tempo forse otterremo delle risposte .

Fonte

articolo di riferimento: fonte

SHARE
RELATED POSTS
Marte: il Mars Rover Curiosity fotografa tre oggetti volanti nel cielo marziano
Colombia: atterraggio UFO vicino alla cittadina di Cajicá
Antica scultura conferma che nel 10950 a.C. una cometa ha colpito la Terra e innescato una “mini era glaciale”

Comments are closed.