Anomalie Spaziali

BZ509 2015, un asteroide proveniente da un altro sistema stellare

Gli scienziati hanno individuato un asteroide proveniente da un altro sistema stellare che orbita intorno a Giove, ed è il primo oggetto “alieno” a visitare il nostro sistema solare e rimanere in orbita retrograda intorno al gigante gassoso

Le immagini registrate attraverso il Large Binocular Telescope Observatory, hanno dato agli astronomi, la possibilità di stabilire la natura dell’ asteroide e il suo moto: lo studio è stato pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society( Letters).

Risultati immagini per 2015 BZ509

Immagini dell’asteroide 2015 BZ509, che sembra provenire da un altro sistema stellare. Fotografia: Royal Astronomical Society

BZ509 2015  è il primo asteroide ad essere stato sottratto a un altro sistema stellare: a differenza di Oumuamua, l’asteroide che è passato vicino al sole nel 2017, questo macigno cosmico risulta essere un esoasteroide, che sembra essere “ospite” nel nostro Sistema Solare da lunga data.

Risultati immagini per 2015 BZ509

Il moto retrogrado di BZ509 2015

 BZ509 2015 è infatti completamente diverso;  si sposta infatti, nella direzione opposta, chiamata orbita retrograda: attualmente non è chiaro come sia riuscito a muoversi in questo modo nell’orbita di Giove:  Fathi Namouni, autrice dello studio, spiega  “Se  BZ509 2015,  fosse nato nel nostro sistema, avrebbe dovuto avere la stessa direzione di tutti gli altri pianeti e asteroidi, ereditata dalla nube di gas e polvere dalla quale si sono formati». Tuttavia, il gruppo di ricerca ha eseguito simulazioni per tracciare la posizione del   BZ509 2015 alla nascita del nostro Sistema solare, 4.5 miliardi di anni fa, quando l’era della formazione dei pianeti terminò. Queste simulazioni mostrano che  BZ509 2015 si è sempre spostato in questo modo. Pertanto non avrebbe potuto essere presente in origine e deve essere stato catturato da un altro sistema stellare“.

Risultati immagini per 2015 BZ509

Helena Morais, membro del gruppo di ricerca, spiega chiaramente come si verifica l’ingresso di asteroidi da altri sistemi stellari: “si verifica perché il Sole inizialmente si è formato in un ammasso stellare compatto, dove ogni stella aveva il proprio sistema di pianeti e asteroidi. La stretta vicinanza delle stelle, insieme alle forze gravitazionali esercitate dai pianeti, ha aiutato questi sistemi ad attrarre, rimuovere e catturare gli asteroidi gli uni dagli altri».

Ora sarà interessante capire quando e come  BZ509 2015 si sia stabilizzato nel Sistema solare: questo studio potrebbe fornire importanti dettagli sul sistema stellare originario del Sole, oltre che fornire dati fondamentali, sull’aspetto della vita sul nostro pianeta.

di Monica E.

per la Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
Misterioso oggetto ripreso nei pressi di Giove
Meteorologo statunitense Scott Stevens dichiara che gli UFO volano attorno al Sole
La NASA chiede di contribuire a combattere la minaccia degli Asteroidi

Comments are closed.