Tecnologie

Bio-cyborg realizzato con cellule di cuore di topo e oro, nuota in un percorso a ostacoli

Nuota con l’eleganza il robot spinto da un ‘motore’ vivente, realizzato con cellule di cuore di topo e oro che reagiscono alla luce. Lo hanno sviluppato i ricercatori dell’Università di Harvard grazie a uno studio pubblicato sulla rivista Science, che unisce robotica e ingegneria dei tessuti, aprendo la strada alla realizzazione di organi artificiali e nuove protesi.

Sulla rivista Science, viene spiegato come gli scienziati sono riusciti a adattare degli organismi viventi con la tecnologia ‘soft’ robot, sviluppando un cyborg di pesce, che può nuotare e rispondere ai segnali luminosi.

None animated GIF

il piccolo pesce Cyborg nuota in un percorso ad ostacoli, seguendo gli impulsi di luce

La razza robot è così piccola da stare sulla punta di un dito: è lunga 16 millimetri e pesa appena 10 grammi. Ha uno scheletro d’oro e un mantello fatto con un polimero morbido ed elastico ricoperto con 200.000 cellule del cuore di topo, che sono state geneticamente modificate per essere reattive alla luce: disposte a serpentina, permettono alle pinne di battere ritmicamente generando il classico movimento a onda.

Usando impulsi di luce asimmetrici è possibile far muovere il robot verso destra o sinistra, mentre variando la frequenza delle onde luminose si controlla la velocità: il sistema è così preciso ed efficiente, che il robot telecomandato dalla luce riesce a fare lo slalom completando un semplice percorso ad ostacoli.

“Questo lavoro apre la strada per lo sviluppo di creature artificiali autonome e adattabili,  in grado di elaborare più input sensoriali e produrre comportamenti complessi in sistemi distribuiti”, afferma lo studio.”

A sinistra il piccolo Bio Cyborg, messo a confronto con monete e sulla dx con una Leucoraja erinacea

Un risultato simile era già stato ottenuto nel 2012, sempre nei laboratori di Harvard, con una medusa robot mossa da cellule cardiache di topo capaci di contrarsi quando venivano immerse in un campo elettrico. La realizzazione di questi ibridi rappresenta un importante passo avanti nello sviluppo di robot ispirati a strutture biologiche sempre più sofisticati, capaci di rispondere agli stimoli esterni (in questo caso ad impulsi di luce) con comportamenti complessi. Inoltre, potrà aiutare a comprendere meglio il funzionamento e il controllo delle cellule cardiache, avvicinando la costruzione di una nuova generazione di cuori artificiali.

Il video pubblicato on-line mostra ome il pesce-cyborg nuota attraverso un percorso ad ostacoli, in una vasca riempita con un liquido di glucosio noto come la soluzione di Tyrode.

Redazione Segnidalcielo

[ot-video][/ot-video]

riferimenti: linklink

SHARE
RELATED POSTS
Tecnologie del Futuro e Ambiente: pro e contro della tecnologia elettrica per le automobili
Tecnologia a basso costo per pulire l’Acqua
Il Polimero “terminator, guarisce spontaneamente e si ripara autonomamente

Comments are closed.