paranormale

Bambino di tre anni ha ricordato la sua vita passata, identificando il suo assassino!!

È sempre stato considerato che i bambini hanno una fervida immaginazione. Ma come possiamo sapere se i nostri figli stanno raccontando storie o se davvero sono la reincarnazione di qualcuno?

Ci sono molti casi (di solito rari) che indicano che i bambini, infatti, hanno la capacità di ricordare le vite passate.  E anche se molte persone rifiutano questa convinzione, è vero che i fatti dimostrano che questa è una realtà.

vita_dopo_morte

Ma cosa succede se un bambino riporta un episodio in particolare, che può essere testato?  Ad esempio, i libri di storia, registri di guerra o anche i ricordi dei membri più anziani della famiglia. Quello che vi raccontiamo oggi è il caso di un bambino di tre anni, che vive nella regione delle alture del Golan, vicino al confine tra Siria e Israele e come riportato dai genitori, il bambino ricorda di essere stato ucciso con un’ascia nella sua vita precedente.  Ma le sue parole non erano sorprendenti, è stato in grado di mostrare agli anziani del villaggio, il punto esatto in cui l’assassino ha  sepolto il suo corpo.  Dopo un’indagine sul luogo indicato dal ragazzo,  stupiti,  i famigliari e gli anziani del posto, hanno scoperto lo scheletro di un uomo che aveva accanto l’arma del delitto, un’ascia.

bambino del golan

La reincarnazione di una vittima di omicidio

Nel suo libro, “I bambini che hanno vissuto prima: Reincarnazione oggi”,  il terapeuta tedesco Trutz Hardo racconta la storia di questo ragazzo insieme ad altre storie di bambini che sembrano ricordare il loro passato, con sorprendente precisione.  La storia di questo bambino è stata testimoniata dal Dr. Eli Lasch, che è meglio conosciuto per essere esperto studioso per lo sviluppo del sistema sanitario a Gaza come parte di un’operazione da parte del governo israeliano dal 1960. Eli Lasch Dottore è morto nel 2009, ma ha lsciato nei suoi studi, appunti e ricerche sorprendenti che successivamente, Hardo ha potuto analizzarli e pubblicarli su alcuni dei suoi libri.

Il ragazzo era di etnia drusa, la cultura e l’esistenza della reincarnazione è accettata come dato di fatto. Non appena un bambino nasce,  gli anziani vanno subito in cerca di “voglie”,  perché sono convinti che provengono dalle ferite della morte attribuiti ad una vita passata.  Se tali marchi si trovano in un bambino, gli anziani cercano di scoprire informazioni sulla sua vita passata e non appena il bambino è in grado di parlare, si cerca di ottenere le prime indicazioni sulle circostanze della sua morte passata.

safe_image

Sono consapevole del fatto che i bambini spesso confondono gli avvenimenti passati e presenti, quindi appena il bambino è di tre anni ed è in grado di distinguere tra gli eventi della vita passata e presente, il bambino viene portato al luogo quanto descritto e che afferma di aver vissuto in una vita passata (sempre se il bambino in questione continua a  parlare di un posto del genere).

Il bambino è nato con una grande voglia rossa sulla testa.  Quando il ragazzo era abbastanza grande per parlare, ha detto alla sua famiglia che era stato ucciso da un colpo alla testa con un’ascia e ha affermato di essere la reincarnazione di un uomo che era scomparso quattro anni prima.  Ricorda anche il nome completo del suo assassino.

A causa del racconto, della storia creata dalle dichiarazioni del ragazzo, molti curiosi si erano radunati per assistere all’impossibile.  Improvvisamente il ragazzo si avvicinò ad un uomo e gli disse:  “Ma tu..non sei …”  L’uomo ha detto di sì. Poi il ragazzo ha detto: “Abbiamo avuto una lotta e mi ha ucciso con un’ascia. ” L’uomo era senza parole e incapace di reagire, ma ha ammesso l’omicidio.

Poi il ragazzo disse alla famiglia dove il corpo è stato sepolto. Nello stesso luogo, hanno trovato lo scheletro di un uomo con una ferita alla testa corrispondente alla voglia ritrovata nel ragazzo fin dalla nascita. Hanno anche trovato l’ascia, l’arma del delitto. Tutti hanno circondato l’assassino che ha finalmente ammesso il delitto davanti a tutti. Il Dottor Lasch è stato l’unico non-druso che era presente durante tutto il processo dell’assassino.

Come poteva sapere dove il piccolo corpo è stato sepolto dopo la sua morte? Come si potrebbe riconoscere il suo assassino? Come fa un bambino piccolo a ricordare molti dettagli di una vita passata? Ci sono molte domande che accompagnano questo caso insolito, che sfugge a qualsiasi spiegazione logica. Esiste la reincarnazione? Sembra proprio di si!

Di Erika Bicciato

Redazione Segnidalcielo

Copyright © 2014 – Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
La storia del bambino tornato dal paradiso: “sono stato tra le braccia di Gesù”
Paesi Bassi: al festival di musica Pinkpop di Limburgo, alcune nuvole assumono la forma di un demone
Stati Uniti: donna cattura una presenza spettrale in un centro commerciale abbandonato?

Comments are closed.