Misteri Scienze News Spirituale

Attivate il vostro DNA con le Frequenze Solari

Il Sole è il donatore supremo di tutta la vita e la più grande fonte di energia esistente nel nostro sistema solare. Proprio come l’acqua è la fonte di tutta la vita, il Sole è la fonte di tutta l’acqua. Perché non è fino a quando l’idrogeno che irradiato dal Sole non si fonde con l’ossigeno dell’atmosfera terrestre che si può creare acqua (H2O).

La ricezione della luce solare non solo funziona per stimolare il cervello, ma è anche considerata uno dei 5 elementi essenziali sia nella medicina tradizionale cinese che nella medicina ayurvedica. Il sole che fornisce un’energia maschile alla nostra madre Terra, è anche responsabile di stimolare i nostri corpi a produrre l’essenziale antiossidante del cervello, la  vitamina D , in genere indicata come ” l’ormone principale “.

I nostri corpi producono naturalmente vitamina D quando la luce UVB del sole reagisce con il colesterolo nella nostra pelle e la vitamina D può quindi essere assorbita direttamente nel nostro flusso sanguigno. Gli studi sulla vitamina D mostrano i suoi poteri per migliorare il nostro cervello aumentando la velocità di elaborazione delle informazioni, riducendo la perdita di memoria e aiutando a prevenire varie malattie neurodegenerative. Eppure il sole fornisce molto di più al nostro cervello oltre alla semplice vitamina D.

Esponendo diverse parti dei nostri corpi alla luce solare, innesciamo diverse reazioni e attivazioni del DNA biologico nei nostri corpi. Ad esempio, l’esposizione dell’area riproduttiva maschile al sole dimostra di moltiplicare i livelli di ormone del testosterone negli uomini fino al 300%. Allo stesso modo, l’esposizione delle aree del nostro viso e della testa alla luce solare stimola le nostre ghiandole pineale e ipotalamo del cervello a produrre neurotrasmettitori che supportano il funzionamento mentale generale.

L’attuale campo dell’epigenetica ha inoltre scoperto che semplicemente esponendo la nostra pelle nuda alla luce solare, oltre 3.000 interruttori del DNA dell’epigenoma vengono attivati ​​o disattivati ​​e risincronizzati nel nostro corpo in risposta alle naturali frequenze celesti emesse dal sole. (A loro volta, le frequenze uniche della luce del sole rispondono alle informazioni comunicative che riceve, quelle emesse dal buco nero al centro della nostra galassia, chiamato dal popolo degli antichi Maya HUNAB KU, che significa “da dove ha origine la Vita”).

Il grande inganno

Nella Bibbia, è scritto che una ” luce ingannevole ” o Lucifero,  tenterà di usurpare e replicare ” la luce di Dio “, ma che non è in grado di farlo. Questo grande ingannatore si è presentato sotto forma di pillole sintetiche di vitamina D, ed è la Big Pharma che è una ditta farmaceutica che dice di essere in grado di replicare la vitamina D naturale e varie lozioni abbronzanti commerciali che in realtà contengono agenti cancerogeni tossici e altre sostanze chimiche che bloccano i raggi UVB richiesti affinché i nostri corpi producano naturalmente vitamina D.

La maggior parte di queste lozioni non solo blocca la luce ultravioletta dal sole, necessaria sia per la produzione di vitamina D che per l’attivazione del DNA, ma anche le numerose sostanze chimiche tossiche utilizzate in queste lozioni vengono ingerite nel corpo attraverso i pori della pelle. Si stima che il 60% di ciò che si mette sulla pelle sia in realtà ingerito nel corpo e nel flusso sanguigno attraverso i pori. Dato che una persona che utilizza la protezione solare si sta ulteriormente aggiungendo a questo assorbimento riscaldandosi al sole e facendo aprire ulteriormente i loro pori, si sta fondamentalmente cuocendosi in sostanze chimiche tossiche, usando la maggior parte dei filtri solari commerciali.

Miglioramento dell’assorbimento della luce ultravioletta

Mentre il sole è un importante fornitore di vita e salute, alcune moderne tecnologie contrastano gli effetti curativi del sole e possono invertirli da salutari a dannosi. Ad esempio, i sani raggi UVB del sole non possono penetrare nel vetro e la luce solare trasmessa attraverso il vetro sulla pelle favorirà il bruciore anziché la salute. Inoltre, la vitamina D prodotta dai nostri corpi a causa della luce solare viene mantenuta negli oli naturali del nostro corpo. Pertanto tecnicamente, l’uso di sapone entro un periodo di 24-48 ore dopo aver ricevuto la luce solare può lavare via questi oli contenenti vitamina D e impedire che la vitamina D venga assorbita nei nostri flussi di sangue.

Per proteggerti dalla sovraesposizione del sole, vi consiglio di consumare cibi ricchi di antiossidanti prima dell’esposizione al sole come tè verde, bacche, semi di cacao e altri frutti, verdure ed erbe organici ricchi di antiossidanti. Se hai circostanze che richiedono di trascorrere insolitamente lunghe ore al sole o di bruciare facilmente, prendi in considerazione l’uso di un cappello protettivo o cerca una crema solare naturale ; alternative molto più sicure ai normali filtri solari commerciali. Non fuggire dal Sole, abbraccialo e attiva una frequenza più alta di intelligenza nel tuo DNA.

di Joshua Eagle

Redazione Segnidalcielo

collective-spark

SHARE
RELATED POSTS
È nato il Robot che interagisce con gli Umani
Esperti messicani confermano l’autenticità del misterioso Codice Maya
RUSSIA, una gigantesca PIRAMIDE è stata scoperta nei Monti Urali

Comments are closed.