UFO

Astronomo russo Vladimir Koval: “La Luna? E’ un regalo degli Alieni ai Terrestri”

L’astronomo russo Vladimir Koval già nel 1981 non aveva dubbi che i rappresentanti di una civiltà altamente sviluppata avevano visitato il sistema Solare e avevano lasciato in loro memoria un ricordo. Più esattamente: un monumento che sarebbe… la Luna. Si sa che la Terra prima non aveva un satellite. Secondo una teoria il nostro satellite si è formato dall’impatto della Terra con un oggetto celeste, un pianeta grande come Marte.

Vladimir Koval suppone che la Luna fu portata verso la Terra dagli extraterrestri–astroingegneri circa 2-3 miliardi di anni fa. E l’hanno situato in modo che gli abitanti della Terra possano un giorno indovinare la sua origine.

Immagine correlata

Il diametro della Luna è tale che durante l’eclissi solare chiude totalmente e perfettamente il Sole. La Luna periodicamente cambia le fasi e così lavora come un cronometro cosmico. Osservazioni della Luna hanno permesso all’uomo di inventare il primo calendario. La Luna è enorme. Un corpo celeste di queste dimensioni non poteva apparire da sé vicino ad un pianeta interno così piccolo come la Terra. Mercurio e Venere non hanno propri satelliti, Marte ne ha piccoli e il diametro della Luna è un quarto della Terra. In effetti il sistema Terra-Luna è un pianeta doppio.

Risultati immagini per Moon, Faeton, Earth

Secondo l’ipotesi di Vladimir Koval gli extraterrestri–astroingegneri non avevano portato la Luna “da casa”. L’hanno raccolta nel sistema Solare. Prima lei era un pianeta che aveva il suo posto tra Marte e Giove dove adesso c’è la cintura degli asteroidi. Dai calcoli astronomici risulterebbe che in questa zona manca proprio un pianeta. Secondo una teoria tra Marte e Giove ci sarebbe stato il pianeta Phaeton (quello che Zecharia Sitchin descriveva come Tiamat – Ndr) che poi era esploso. Però tutta la massa degli asteroidi, che secondo la teoria sarebbero i resti del pianeta Phaeton, non bastava per formare un pianeta delle grandezze della Luna. “Phaeton c’era ma non è esploso, – secondo Vladimir Koval, – il pianeta è stato spostato vicino la Terra. La Luna è il pezzo restante di Phaeton”.

Risultati immagini per Moon, Faeton

Risultati immagini per Moon, Faeton, collision Earth

La Terra presentava potenziali possibilità per la nascita della vita. Gli alieni avevano notato questo o l’avevano organizzato loro questo spostamento, e così avevano portato la Luna vicina alla Terra. Grazie alla Luna sul nostro pianeta sono iniziate le maree, si sono formati i vulcani i quali si pensa hanno contribuito allo sviluppo della vita.

Conclusione: la Luna non è solo una forte conferma che l’umanità è un fenomeno unico. Forse essa fa parte di un esperimento per la diffusione della vita nell’Universo. Ma perché gli sperimentatori non tornano a vedere i risultati del loro esperimento? Forse ancora non è il tempo?… Oppure sono ancora qui e stanno continuando ad osservare lo sviluppo e i risultati?

 di Sofia Skrynska

Per Redazione Segnidalcielo

Riproduzione riservata © Copyright 2017 – Segnidalcielo.it



SHARE
RELATED POSTS
North Carolina (USA): filmato un UFO triangolare con la visione notturna
Una donna scopre la figura spettrale di una bambina in una foto della sua infanzia
Messico: UFO vola vicino aereo di linea sui cieli di Tijuana – il video

Comments are closed.