Anomalie Spaziali Earth Changes Planet X Nibiru

Astronomi scoprono un “oggetto misterioso” ai margini del nostro Sistema Solare

Gli scienziati hanno individuato un altro oggetto misterioso in agguato al margine esterno del nostro Sistema Solare. E’ straordinariamente grande e riflette solo circa il 13 per cento della luce solare che lo raggiunge. 

Gli astronomi, esplorando il nostro Sistema Solare, hanno trovato un altro corpo planetario appostato sul bordo più esterno di esso. Lo hanno chiamato DeeDee. DeeDee è l’abbreviazione di Distant Nano e fu infatti scoperto nell’autunno del 2016, ma gli astronomi hanno poca conoscenza riguardo all’oggetto e alla sua struttura fisica. L’oggetto enigmatico è stato trovato utilizzando il telescopio di 4 metri del Blanco Telescope  del Cerro Tololo Inter-American Observatory in Cile, come parte delle osservazioni in corso per l’indagine sull’energia oscura.

immagine del telescopio ALMA che mostra la debole millimetrica lunghezza d’onda “glow” dal corpo planetario 2014 UZ224, più informale e noto come DeeDee. Credit: ALMA (ESO / NAOJ / NRAO)

Ora, grazie ai nuovi dati raccolti dagli astronomi utilizzando l’Atacama Large Millimeter/ submillimeter Array (ALMA), gli esperti hanno ottenuto nuovi dati circa la vera natura dell’oggetto enigmatico: è molto più grande di quello che gli scienziati si aspettavano che fosse.

Hanno rivelato che DeeDee è circa due terzi delle dimensioni del pianeta nano Cerere, il più grande membro che abita la cintura di asteroidi del nostro Sistema Solare e ha abbastanza massa per essere sferico. DeeDee si trova a circa 92 unità astronomiche (UA), ovvero quasi 140 milioni chilometri dal Sole. A DeeDee servono più di 1.100 anni per completare una singola orbita intorno al nostro Sole.

Queste caratteristiche rendono DeeDee il secondo e più distante oggetto trans-nettuniano in orbita, secondo solo al pianeta nano Eris.

Un oggetto trans-nettuniano (TNO) è un qualsiasi pianeta secondario nel Sistema Solare che orbita intorno al Sole ad una distanza media (semiasse maggiore) di Nettuno, 30 unità astronomiche (AU). Il più grande conosciuto oggetto trans-nettuniano è Plutone, seguito da Eris 2007 OR10, Makemake, e Haumea. Gli scienziati della Caltech University stanno da tempo dando la caccia all’ormai noto e famoso Planet 9 (Planet X), che dovrebbe trovarsi sempre sul bordo esterno del Sistema Solare.

Risultati immagini per Dee Dee, alma telescope

Risultati immagini per Dee Dee, alma telescope

“Lontano, oltre Plutone, c’è una regione sorprendentemente ricca di corpi planetari. Alcuni sono abbastanza piccoli ma altri hanno dimensioni per competere con Plutone, declassato appunto a planetoide e potrebbe essere molto più grande”, ha detto David Gerdes, uno scienziato dell’Università del Michigan e autore principale di un documento presentato dalla Astrophysical Journal Letters . “Poiché questi oggetti sono così lontani e deboli, sono incredibilmente difficili da rilevare, per non parlare di studiarli in dettaglio. Il radio-telescopio ALMA (foto sotto), tuttavia, ha capacità uniche che ci hanno permesso di conoscere i dettagli interessanti di questi mondi lontani “.

Risultati immagini per Dee Dee, alma telescope

radiotelescopio ALMA

Gli scienziati ritengono che la scoperta di oggetti come DeeDee sia estremamente importante, dal momento che sono i resti dalla creazione del nostro Sistema Solare e possono essere utili per la caccia di un grosso pianeta, appunto Planet X, che naviga da quelle parti.

DeeDee è anche un mondo estremamente freddo. “Abbiamo calcolato che questo oggetto sarebbe incredibilmente freddo, solo circa 30 gradi Kelvin, poco superiore allo zero assoluto”, ha detto Gerdes.

E’ interessante notare quindi che, utilizzando la firma di calore di DeeDee, gli esperti sono stati solo in grado di confermare che era un pianeta nano, ma così buio che riflette solo circa il 13 per cento della luce solare che lo ha raggiunto. La ricerca è stata pubblicata da Astrophysical Journal Letters.

Redazione Segnidalcielo

SHARE
RELATED POSTS
In arrivo l’Eclissi che trasformera’ il Sole in un “anello di fuoco”
Eventi Climatici estremi: forti piogge hanno trasformato il deserto di Riyadh in un piccolo mare
La sonda spaziale della Mars Orbiter Mission fotografa misteriosa esplosione su Marte

Comments are closed.