Anomalie Spaziali

Asteroide 20 volte più grande del meteorite di Chelyabinsk si avvicina alla Terra

Ci potrebbero essere fino a 10 milioni di asteroidi e meteoriti nel sistema solare, che potrebbero avere un diametro minimo di 15 metri e solo 10.000 di questi oggetti, sono stati individuati finora. Questa notizia viene riportata da Anatoly Zaitsev, il direttore generale del Progetto Cittadella presso il Planetario Security Center.

cittadella

Alla fine di ottobre 2014 gli astronomi russi hanno scoperto un nuovo corpo cosmico, che divenne noto come asteroide 2014 UR116 ed è 20 volte più grande della meteorite di Chelyabinsk. Il corpo cosmico seguirà una traiettoria che lo vedrà navigare nei pressi di Venere e Marte e vi è la possibilità che il suo percorso si sposterà verso il nostro pianeta.

2014UR116

Secondo rtbh.com, Denis Denisenko, astronomo dell’Istituto astronomico di Mosca State University ha detto: “Stimiamo che nei prossimi sei anni questo oggetto spaziale non si scontrerà con la Terra. L’incertezza della sua posizione nello spazio durante il prossimo incontro con la Terra, che avverrà nell’Ottobre 2017, è calcolato come 1,8 milioni chilometri di distanza dalla Terra, ma è ancora impossibile prevedere la data o anche il luogo approssimativo dove 2014 UR116 potrebbe sfiorare la Terra o addirittura colpirla. Il percorso che farà l’asteroide, incontrando i due pianeti Marte e Venere, possono cambiare sostanzialmente la sua orbita“.

asteroid

Denisenko asserisce anche: “Asteroidi di queste dimensioni ( con circa 370 metri di diametro) sono in grado di provocare una catastrofe, ma non la fine dell’umanità“. Ora, scienziati e astronomi si riuniranno per promuovere ulteriori azioni,  per evitare che un asteroide possa colpire la Terra. La prima fase sarà nella creazione di un sistema internazionale di sorveglianza per proteggere la Terra da nuovi asteroidi o meteore. Poi ci sarà la fase di emergenza-risposta, che potrebbe essere attuata entro cinque-sette anni, a condizione che vi sia la volontà politica, dal momento che i governi chiamati in causa, possiedono tutte le tecnologie necessarie, ha aggiunto Zaitsev.

missile

Venti organizzazioni provenienti da Russia, Ucraina e Kazakistan partecipano al Cittadella Project. Il progetto prevede la creazione di uno spazio di osservazione e rilevamento, due centri planetari-sicurezza regionale, così come i servizi di ricognizione e intercettazione. Il segmento spaziale in grado di rilevare oggetti potenzialmente pericolosi, invierà un veicolo spia per chiarire la traiettoria dell’oggetto spaziale. Poi un successivo veicolo intercettore, che trasporta un dispositivo esplosivo nucleare, andrà incontro al bersaglio. L’intercettore dovrebbe pesare 4 tonnellate e fornire una carica nucleare di 2 megatoni. Prima del conflitto in Ucraina, il piano aveva coinvolto l’uso di razzi vettore Zenit.  “La simulazione condotta in Snezhinsk ha mostrato che un asteroide con un diametro di 500 metri potrebbe essere distrutto da una carica nucleare distribuita di 10 unità, ognuna con 1 Capacità di un megatonne e si calcola che le armi di difesa missilistica potenziali,  potrebbero essere utilizzate per la protezione contro gli asteroidi. Ma ormai, il Ministero per le Situazioni di Emergenza ha creato un sistema per prevedere i possibili siti di impatto di asteroidi, che consentirà di mettere in guardia il pubblico (in anticipo) circa una situazione potenzialmente pericolosa ha detto Zaitsev.

Redazione Segnidalcielo

———————————–

SHARE
RELATED POSTS
Argentina: un Meteorite esplode nei cieli di Santa Fe e provoca un terremoto
I detriti della cometa ISON e la comparsa della gemella Lovejoy
SOLE, la sonda spaziale SDO registra “Enorme Sfera” delle dimensioni di Giove sulla corona solare!

Comments are closed.