Home Anomalie Spaziali ANOMALIE nella RISONANZA DI SCHUMANN e nel CAMPO MAGNETICO Terrestre

ANOMALIE nella RISONANZA DI SCHUMANN e nel CAMPO MAGNETICO Terrestre

15901
0

La Risonanza di Schumann è salita in maniera vertiginosa negli ultimi due mesi e i ricercatori non sembrano trovare una solida ragione per ciò che sta accadendo. Anche il campo magnetico della Terra si sta indebolendo, e gli scienziati non sanno i motivi di tutto ciò.

Stanno accadendo così tante cose in questo secolo e le persone in tutto il mondo stanno iniziando a sentire questi cambiamenti. Una grande transizione è alle porte ma esiste anche un pericolo per tutto ciò che sta succedendo sulla Terra, a partire dai cambiamenti climatici, pericolo che coinvolge non solo gli umani, ma tutto il pianeta, l’unica nostra casa.

Senza il campo magnetico terrestre non potremmo vivere. Questa forza complessa e dinamica ci protegge dalle radiazioni che si trovano nello spazio e dai venti solari. A generarlo è il nucleo della Terra, un Cuore o Sole centrale che si trova a circa 3 mila chilometri sotto i nostri piedi, che come un conduttore genera correnti elettriche e onde eteriche.

Il problema è che negli ultimi 200 anni il campo magnetico ha perso circa il 9% della sua forza. La vasta regione più debole si trova in Africa e in Sud America e viene spesso chiamata “Anomalia del Sud Atlantico”.

Negli ultimi cinque anni, è emerso un secondo centro di minima intensità a sud-ovest dell’Africa, indicando che l’Anomalia del Sud Atlantico potrebbe dividersi in due celle separate. Gli scienziati dello Swarm Data, Innovation and Science Cluster (DISC) stanno utilizzando i dati della costellazione di satelliti Swarm dell’ESA per comprendere meglio questa anomalia. Questi satelliti sono progettati per identificare e misurare con precisione i diversi segnali magnetici che compongono il campo terrestre.

Jürgen Matzka, del Centro di ricerca tedesco per le geoscienze, afferma: “Il nuovo minimo orientale dell’anomalia è apparso nell’ultimo decennio e negli ultimi anni si sta sviluppando vigorosamente. Siamo molto fortunati ad avere i satelliti Swarm in orbita per studiarne lo sviluppo. La sfida ora è comprendere i processi nel nucleo della Terra che guidano questi cambiamenti”.

ANOMALIE NELLA RISONANZA DI SCHUMANN

Come accennato sopra, la Terra ha un Sole o Cuore centrale quindi un battito cardiaco che emette un Campo elettromagnetico pulsante. Si chiama “Risonanza Schumann” e avvolge tutti gli esseri viventi in una frequenza naturale e costante, pulsando esattamente a 7,83 Hz per migliaia di anni.

Per gli antichi indiani Rishi, questo numero aveva un significato speciale, poiché si identificava con la frequenza dell’OM, il suono sacro e cosmico nella religione indù. Come state per vedere, ora ha un significato speciale per tutti coloro che stanno prendendo coscienza di questo grande cambiamento in corso.

Per il mondo occidentale, la risonanza di Schumann rappresenta la frequenza del campo elettromagnetico della terra. Ha pulsato costantemente a 7,83 Hz con pochissime variazioni da quando era stato previsto nel 1952.

Tutto è cambiato nel giugno 2014 quando il sistema dell’Osservatorio spaziale russo ha mostrato un improvviso aumento dell’attività, con un picco che si estendeva a 8,5 Hz e in alcuni altri giorni raggiungeva persino i 16,5 Hz.

I ricercatori erano davvero sconcertati da questa anomalia che non era mai stata registrata prima e non erano sicuri di come interpretarla. Accatastati in cima a questo dilemma, sono stati recentemente rilevati altri picchi insoliti, sorprendentemente in aumento fino a oltre 30 Hz, molto al di sopra della pietra miliare stabilita nel 2014. Quindi, cosa fare di questo considerevole salto nelle risonanze di Schumann?

Ciò su cui i ricercatori possono concordare reciprocamente è che questi cambiamenti significano chiaramente un cambiamento di qualche tipo. Ora si crede che gli umani, che risiedono in uno stato latente da migliaia di anni, si stiano risvegliando a una realtà più grande in cui i pensieri si materializzeranno quasi in un istante.

La risonanza di Schumann e il cambiamento che sta avvenendo negli ultimi anni, sono tra le migliori prove che abbiamo di questo cambiamento. È stato a lungo sospettato che gli esseri umani che agiscono a livello di “coscienza collettiva” possano avere un impatto sulla struttura del campo magnetico e creare disturbi (o una certa influenza) in essa, come i picchi rilevati di recente. Questo di solito è amplificato durante i momenti di un picco elevato degli stati di ansia, passione o tensione.

Tutto ciò si basa sul fatto che la frequenza di Schumann è “in sintonia” con gli stati alfa e theta del cervello umano. Queste risonanze in aumento corrispondono naturalmente all’attività delle onde cerebrali umane, il che significa che se Madre Terra sta regolando la sua frequenza di vibrazione, quindi potremmo anche noi farlo, soprattutto a causa del nostro legame con essa.

Un’altra cosa da tenere a mente è l’accelerazione del tempo che è stata avvertita da un numero crescente di persone ultimamente. Poiché il pianeta sta pulsando con un ritmo più attento, potrebbe anche significare che questo ha ripercussioni sul tempo stesso, accelerandolo. 

Allora perché abbiamo la sensazione che il tempo passi più velocemente del solito?

Il motivo è apparentemente legato all’accelerazione della Risonanza di Schumann che ci fa percepire un periodo di 24 ore come circa 16 ore. Sappiamo che il “battito del cuore della Terra” sta accelerando, e dopo migliaia di anni con una rigida nozione di tempo, dove un giorno intero contava 24 ore, il “battito” accelerato della Terra ci sta facendo percepire solo i due terzi di quella quantità temporale, a causa del nostro adattamento inconscio a questa frequenza della Nuova Era.

Massimo Fratini

Redazione Segnidalcielo