Cambiamenti Climatici Disastri Ambientali Earth Changes

Allarme della NASA: in Antartide enorme spaccatura di 112 Km si è formata nella piattaforma di ghiaccio Larsen C

La NASA sta tenendo d’occhio una spaccatura di 70 miglia (112 km) che si è aperta lungo la piattaforma di ghiaccio Larse C dell’Antartide. Questa spaccatura enorme potrebbe produrre un iceberg gigante e indirettamente causare l’innalzamento del livello del mare.

La crepa nel Larsen Ice Shelf C è larga più di 300 piedi (circa 100 metri) e circa un 400 metri di profondità, questo secondo l’agenzia spaziale americana che ha effettuato i rilievi dai satelliti e dal sopralluogo con un aereo. Una volta che il crack avviene, potrebbe produrre un iceberg delle dimensioni dello stato americano del Delaware.

crepa gigante in ghiaccio antartico

La maggior parte delle piattaforme di ghiaccio del mondo abbracciano la costa dell’Antartide. Il ripiano Larsen C è sulla penisola antartica, è la porzione del continente che si protende verso il Sud America.

“Se l’iceberg si rompe e inizia  navigare in mare, non avrebbe un grosso contributo immediato all’innalzamento del livello del mare, dal momento che è già mobile” –  ha detto Ted Scambos, un ricercatore del centro dati della NSIDC che studia i ghiacci artici e antartici. ” L’enorme Iceberg rimane per un po di tempo come una grande goccia nel mare, e secondo me potrebbe aumentare il livello del mare di circa un 1 cm”- ha detto Scambos.

Immagine correlata

Larsen piattaforma di ghiaccio gif

Tuttavia, una volta che l’iceberg si rompe, poi si frammenta in vari pezzi nel mare, allora potrebbe aumentare il livello del mare in modo consistente, ha detto lo scienziato della NASA Thomas P. Wagner.

“Piattaforme di ghiaccio hanno un ruolo fondamentale nel rafforzare il ghiaccio che è sulla terra”, ha detto Wagner. “Una volta che l’iceberg si spacca, comincia a galleggiare lungo la costa dell’Antartide, per poi dirigersi verso l’Oceano del Sud. Navigando verso nord, le temperature oceaniche molto più calde, comincerebbero a corrodere, sia in superficie che alla base, il grande Iceberg. Cosi  questo comincia il suo sciglimento partendo quindi dai bordi”, ha dichiarato Wagner. Sarebbe infine una suddivisione in tantissime porzioni più piccole che si scioglierebbe nell’oceano.

a cura di Melania Eversley

Per Segnidalcielo.it

 

SHARE
RELATED POSTS
Boriska, il ragazzo indaco che viene da Marte, lancia l’allarme per la Terra
Supervulcani: una eruzione di Yellowstone o dei Campi Flegrei potrebbe devastare l’intero pianeta. Preavviso di eruzione entro un anno!
Secondo un astrofisico, il nuovo Super Collider della Cina potrebbe rompere il tessuto dell’Universo

Comments are closed.