Disastri Ambientali Earth Changes Minaccia Biologica

Agenzia internazionale per l’energia atomica: “un terzo degli oceani del mondo contaminato dalla Radiazione di Fukushima”

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha ammesso che un terzo degli oceani del mondo potrebbe essere contaminato dalla radiazione di Fukushima.  L’incidente nucleare di Fukushima nel 2011 è stato eletto come uno dei peggiori disastri nella storia dell’umanità.

L’incidente alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi è stato provocato da unterremoto- tsunami che ha causato un meltdown nucleare, ovvero la fusione del nocciolo (o nucleo) dei tre reattori della centrale. Ora, oltre sei anni dopo, le onde d’urto di questo evento si sentono ancora nonostante la ritrazione della maggior parte dell’attenzione del pubblico dall’evento.

Risultati immagini per 1/3 of Earth's Oceans May Be Contaminated With Fukushima Radiation

Mentre al momento ci sono alcune TV che si interessano di comunicare bollettini sulla situazione in Giappone, di gente che ha perso la vita e ancora ci sono migliaia di persone che hanno subito notevoli danni per le radiazioni, per non parlare dei danni all’ambiente, alle piante, agli animali, ma l’AIEA (agenzia per l’energia atomica) ammette che questi problemi sono diminuiti. Di conseguenza, varie preoccupazioni di inquinamento ambientale sono state messe sotto il tappeto.

Come risposta precoce all’incidente, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha lanciato un progetto congiunto – la cooperazione tecnica dell’AIEA – con gli Stati membri dell’accordo di cooperazione regionale.

Risultati immagini per 1/3 of Earth's Oceans May Be Contaminated With Fukushima Radiation

Gli stati membri della regione erano naturalmente preoccupati per la sicurezza dei loro ambienti marini acquatici e così si sono impegnati in uno studio di riferimento sull’impatto delle emissioni radioattive di Fukushima. Gli Stati Uniti sono stati uno dei partner principali di questo progetto regionale, con un finanziamento di 400.000 dollari. Non sarebbe stato difficile che questa contaminazione radioattiva venisse trasportata e cosi circolava più volte nell’Oceano Pacifico. Gli Stati Uniti si erano preoccupati anche dell’impatto delle sostanze chimiche sulle zone costiere. Poiché l’Oceano Pacifico costituisce un terzo dell’area del globo, l’impatto potrebbe essere devastante.

Più dell’80% del materiale radioattivo dei reattori danneggiati dallo tsunami si è riversato nell’Oceano Pacifico da quando è avvenuto il disastro. Questo è un evento peggiore di quello di Chernobyl o di Three Mile Island, ma riceve notevolmente meno attenzione.

Risultati immagini per 1/3 of Earth's Oceans May Be Contaminated With Fukushima Radiation

La corrente di Kuroshio ( a sinistra) è la seconda corrente oceanica più grande al mondo, dopo la Corrente Circumpolare Antartica, ed è stata responsabile per gran parte della circolazione radioattiva verso gli Stati Uniti, più precisamente verso la California.

La corrente di Kuroshio, la seconda corrente oceanica più grande al mondo, dopo la Corrente Circumpolare Antartica, è stata responsabile per gran parte della circolazione radioattiva, ovvero dei materiali come gli isotopi radioattivi del cesio, che hanno cominciato a comparire sulla costa occidentale degli Stati Uniti. Nel 2015, tracce di grandi quantità di cesio-134 e cesio-137 sono stati registrati vicino all’isola di Vancouver. Nel dicembre del 2016, un gruppo di scienziati ha annunciato di aver rilevato cesio-134 in Oregon. Il problema con l’energia nucleare e la sua ricaduta, secondo i chimici marini di WHOI (Woods Hole Oceanographic Institution) è che i materiali radioattivi possono viaggiare su grandi distanze quando si disperdono nell’acqua.

A cura della Redazione Segnidalcielo



 

 

 

 

 

 

SHARE
RELATED POSTS
Enorme Buco Coronale fotografato sul Sole dalla sonda spaziale SDO della NASA
Per secoli dei secoli: il disastro di Fukushima provoca numerose “mutazioni genetiche”
Campi Flegrei
Campi Flegrei: il suolo si sta innalzando, lo conferma l’ESA

Comments are closed.