Minaccia Biologica

20 mila morti per una rara epidemia in America Centrale. Potrebbe essere legata ai cambiamenti climatici

Una città in Nicaragua è stato influenzata da una misteriosa epidemia che ha ucciso più di 20.000 lavoratori, la maggior parte sono quelli che lavorano il taglio della canna da zucchero. La malattia mortale, che colpisce il sistema renale, potrebbe essere direttamente collegata a frequenti ondate di calore,  causate del riscaldamento globale.

La malattia renale cronica, che colpisce gli abitanti del villaggio, ora conosciuto come ‘L’isola delle Vedove’, ha lasciato migliaia di vittime dal 2002 ed è in fase di studio da parte di ricercatori e vari enti non governativi.

<span class = 'image-component__caption' itemprop = "caption"> Una canna da zucchero cale lavoratore raccolte nella città di Chichigalpa, Nicaragua. </ span>

In un primo momento si pensava che la malattia potesse essere direttamente legata all’uso di pesticidi e metalli pesanti. Tuttavia, il professor Richard J. Johnson, uno specialista in malattie renali dell’Università del Colorado (USA), ritiene che l’elevata disidratazione a causa delle elevate temperature a cui sono sottoposti i lavoratori durante la stagione della raccolta e la scarsità di acqua potabile, può essere la causa.

Secondo Johnson, le temperature in alcune parti del Centro America sono aumentate a partire dagli anni ’80 del secolo scorso, così come il numero di giorni caldi all’anno. Questa situazione, unita alla carenza globale di acqua, potrebbe essere causa di una epidemia mondiale.

“Siamo preoccupati che il cambiamento climatico può avere grandi effetti sulla salute. Se si scopre che lo stress da calore è la causa della malattia renale, potrebbe influenzare l’intero pianeta e zone particolarmente calde”, ha spiegato il ricercatore .

Attualmente, la Fondazione Isla ONG, sta sviluppando un piano di infrastrutture in cui i dipendenti ricevono acqua, riposo e protezione necessari per far fronte alle difficili condizioni di lavoro e del caldo. “Finora i risultati sono stati promettenti: la funzione renale in molti lavoratori trattati ultimamente,  sembra stabilizzarsi e la loro produttività è aumentata del 40 per cento”, ha detto Jason Glaser, co-fondatore della fondazione.

Redazione Segnidalcielo

 

SHARE
RELATED POSTS
VACCINI, dr.ssa Judy Mikovits: “stanno modificando il Genoma Umano attraverso i Vaccini”
La pasta italiana viene prodotta con Grano Radioattivo coltivato in Russia
Russia: l’Ebola può agire come arma biologica. Il virus creato negli Stati Uniti?

Comments are closed.